Menù da Tiffany

Il menù da Tiffany propone delle ricette chic come la diva di Colazione da Tiffany. Il riferimento non è un caso perché le ricette ci sono state inviate proprio dalla foodblogger Francesca Maria Battilana, curatrice del raffinato blog Breakfast at Tiffany’s. Buona colazione… ops cena!    

Menù dei silenzi per cena

Il menù dei silenzi per cena è ispirato dall’ormai famosa canzone di Malika Ayane “Adesso e qui (nostalgico presente)” che tutti abbiamo ribattezzato, per l’appunto… Silenzi per cena. Il testo, molto particolare a nostro giudizio, invita a godersi il momento senza timore del futuro. E se il futuro ci riservasse una vita fatte di cene mute? Prima di tutto ricordate che anche una pellicola muta può trasmettere emozioni e, secondo, che voi siete i protagonisti del vostro film. Per cui, eccovi delle ricette per una cena che non ha bisogno di essere sottolineata da parole, con una colonna sonora tutta [...]

Menù speziato

Le spezie sono quegli aromi che in un istante vi regalano un biglietto di sola andata per l’oriente riuscendo allo stesso tempo a farvi varcare i confini del tempo e a spedirvi nel passato. Esse erano utilizzate già dagli antichi Egizi quasi 5000 anni fa e sono sicuramente la caratteristica principale che contraddistingue il territorio indiano. Ecco menù speziato che vi conquisterà con i suoi aromi caldi ed equilibratamente pungenti facendovi scoprire particolari miscele come il Garam- Masala indo-pakistano, un insieme di spezie tostate molto gustoso.

 

Espaguetis a la carbonara

Carbonara

La cucina italiana è cultura e per questo va diffusa in tutto il mondo

Un primer plato tìpico italiano: los espaguetis a la carbonara.

Ingredientes

400 gr de pasta espaghetis
2 huevos y 1 yema de huevo
60 gr de queso pecorino rallado
120 gr de papada de cerdo curada
Sal
Pimienta negra molida
Aceite de oliva extra virgen

 


Preparaciòn

Cocer la papada de cerdo curada cortadas en trozos pequeños en una sartèn con un poco de aceite. Cuando llegue a ser crujiente y dorado lo pondremos a parte para que se enfrie.
En esta fuente he puesto los 2 huevos y la yema. Los batimos, añadimos la mitad del queso pecorino rallado, mezclamos los ingredientes y despuès añadiremos la pimienta negra
Cocer los espaguetis en abundante agua salada.
Ahora podemos incorporar la papada de cerdo curada que, mientras tanto, se ha enfriado. Mezclamos bien y nuestra salsa està lista.
Ha llegado el momento de ecurrir la pasta que deberà mantenerse hùmeda, no excesivamente seca. Aquì tenemos. Ahora mezclamos y servimos ràpidamente y añadimos el queso pecorino rallado.

Bibliografia
Il Gambero rosso
La Garzantina della Cucina
Accademia Italiana di Cucina
Il Grande ricettario di Gualtiero Marchesi
Il Cucchiaio d’Argento
Il Talismano della Felicità
Le ricette d’Osteria d’Italia – Slow Food
Heinz Beck
Davide Oldani

Antonio Vivaldi e il riso ad ogni stagione

vivaldi

Il compositore veneziano, già sacerdote “sopra le righe”, passò gran parte della sua vita come direttore d’orchestra al conservatorio della Pietà di Venezia. Il creatore delle “Quattro stagioni” era abbastanza schivo e le notizie sulla sua vita privata sono poche ma sappiamo che era un appassionato di piatti a base di riso.

Wolfgang Amadeus Mozart e le costolette

mozart

Mozart, il creatore di “Le nozze di Figaro” e del “Don Giovanni” ebbe uno sviluppo artistico precocisissimo: iniziò a comporre a soli cinque anni. Il maestro austriaco riuscì nell’800 a far emergere la figura del musicista trasformandolo da artigiano in artista. Divenne ben presto molto conteso dai nobili signori, anche durante i banchetti, e a tal proposito segnaliamo che Wolfgang Amadeus Mozart era ghiotto di costolette.

 

Ludiwig van Beethoven: pochi piatti ma sostanziosi

Ludwig_Van_Beethoven

Il più grande musicista tedesco di sempre è riuscito a imporsi per gran parte del XIX secolo senza fermarsi di fronte agli ostacoli, sordità inclusa che lo colpì a 15 anni.
Non era un amante del cibo ma aveva dei piatti preferiti: maccheroni al cacio, zuppa con una dozzina di uova affogate, nasello con patate.
In fin dei conti era un genio… che non poteva togliere tempo alla musica.

Nuove bacheche per Facebook

Ci2FsiIWsAEJjA2

Il news feeed di Facebook, la celebre bacheca degli amici, potrebbe cambiare aspetto. Il social network di Zuckerberg, stando a quanto riportato dal sito TheNextWeb, starebbe infatti testando la possibilità di separare le notizie per tag, tra le quali cibo e musica. Per ogni categoria sarà poi possibile scendere ancora di più nel dettaglio, magari cercando ricette e consigli nella categoria food.

 

Al momento la novità è ancora in fase di testaggio per la sola app e presso un piccolo gruppo di utenti che, tuttavia, non si sono trattenuti dallo svelare la nuova interfaccia del social.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Musica e cucina portano in alto il brand Italia

Laura Pausini

L’Oscar vinto da Ennio Morricone vale 97 milioni di euro e la voce di Laura Pausini ben 86 milioni. Questa la stima della Camera di Commercio di Monza e Brianza che ha analizzato la crescita del Paese grazie ai successi degli italiani all’estero. L’ente, grazie ad un algoritmo, ha quotato i nostri paladini dello spettacolo e della cucina e ha dato un valore all’apporto di ciascuno al “Brand Italia” (che in totale raggiunge i 2600 miliardi di euro).

I successi internazionali della Pausini, il premio consegnato a Morricone per le musiche del film “The Hateful Eight” di Tarantino si aggiungono alla grande considerazione di Giovanni Rana che vale 46 milioni e dello chef Massimo Bottura, 43 milioni.

Porto Cervo Wine & Food: degustazioni e musica nel cuore della Costa Smeralda

porto_cervo_food_festival

I big della musica e il meglio dell’enogastronomia sarda e non solo per salutare la nuova Stagione turistica in Costa Smeralda. Nina Zilli e Bianca Atzei, madrina dell’evento, sono le ospiti di punta del Porto Cervo Wine & Food Festival: due eventi in uno raggruppati dal 13 al 15 maggio a Porto Cervo, nel comune di Arzachena, meta tra le più esclusive. Un weekend all’insegna del buon cibo e del buon vino, con incontri e degustazioni e la partecipazione di esperti di settore e buyer selezionati provenienti da tutto il mondo.
Una vetrina privilegiata per produttori nazionali e regionali: 90 gli espositori delle due rassegne, tra cui 60 aziende vinicole e 30 espositori del ‘food’. Sono attese seimila persone. La grande novità del Food Festival è il premio per l’azienda più innovativa. Il taglio del nastro riservato alla madrina Bianca Atzei, venerdì 13 maggio alle 15 nel Conference Center di Porto Cervo dà il via agli eventi e alle degustazioni negli stand. Nina Zilli sarà protagonista sabato sera del concerto “Gala Dinner”, dedicato ai produttori all’hotel Cala di Volpe. Il ricavato della serata andrà interamente in beneficenza ad associazioni del territorio. Tra queste anche la Clinica veterinaria Duemari di Oristano che nei mesi scorsi ha salvato e adottato il cane Palla simbolo della lotta contro i maltrattamenti sugli animali.
Tanti gli ospiti delle due rassegne, fra cui il giornalista Bruno Gambacorta, il direttore di Wine News, Alessandro Regoli, Sandra Longinotti, giornalista, food stylist e blogger e lo chef Leonardo Lucarelli. “Le degustazioni saranno accompagnate da incontri incentrati sul tema della comunicazione digitale e dei social media – spiega Raffaella Manca, Pr e Marketing manager Starwood Costa Smeralda – e di quanto possa essere di supporto al settore enogastronomico”.
(Fonte ANSA)

Powered by WordPress