Costine all’inverno di Ken Follett

L'inverno del mondo - Ken Follett

Il 13 settembre scorso su Twitter si è svolto un incontro “ravvicinato” con l’uomo da 100 milioni di copie: Ken Follett.

L’autore, in occasione della presentazione del suo libro “L’inverno del mondo” (Mondadori) - secondo della trilogia Century - si è prestato a una Twintervista. Anche Menuetto ha fatto la sua parte: utilizzando l’hashtag #invernodelmondo abbiamo chiesto a Mr Follett il suo piatto preferito. Risultato: l’autore è un appassionato di costine e ci ha svelato che le avrebbe preparate l’indomani.

Clicca sulla foto sotto per ingrandire la Twintervista

La Twintervista aKen Follett

L’inverno del mondo tratta delle vicende di cinque famiglie all’inizio degli anni ’30 e ognuna di esse ha una nazionalità differente: tedesca, inglese, russa, gallese e americana.

Ecco quindi la ricetta delle Costine all’inverno di Ken Follett che, come nel libro, incrocia le diverse provenienze degli ingredienti in un unico piatto.


Costine all’inverno di Ken Follett per 2 persone

Ingredienti
800 gr di costine di maiale
33 cl di birra Weiss (più tedesca di così)
Un cucchiaio di salsa Worcester (la tipica salsa inglese)
100 ml di smetana… ossia la panna acida. Quindi 100 ml di panna fresca e un limone (questa salsa è molto utilizzata in Russia)
Un porro (simbolo nazionale gallese)
Baked potatoes (ossia 2 patate medie che saranno cotte in stile American steakhouse)
Sale
Pepe nero
Olio evo

 

Preparazione

In una ciotola versare la birra, la salsa Worcester, mezzo porro mondato e tagliato a tocchetti, un pizzico di sale e di pepe nero. Mescolare e aggiungere le costine che dovranno marinare in frigorifero per almeno 12 ore.

Per preparare la panna acida, versare in una scodella la panna fresca, il succo del limone e pochissimo sale. Amalgamare e riporre in frigo anch’essa per 12 ore.

Al termine della marinatura, disporre le costine su una teglia antiaderente (o con carta forno).

Lavare minuziosamente le patate che dovranno mantenere la buccia. Asciugarle, bucherellarle, ungerle con un po’ di olio e salare (il sale conferirà una maggiore croccantezza alla buccia). Infornare insieme alla carne a 200° per 60 minuti a forno già caldo. Se le costine tendono a seccarsi, coprire con un foglio di stagnola.

Nell’attesa, sminuzzare l’altra metà del porro che dovrà essere aggiunto alla panna acida.

Una volta cotte, tagliare le patate per il lungo in modo da creare una tasca in cui versare la panna acida.

Servire insieme alle costine appena sfornate.

 

Musica:

Ken Follett è anche un grande estimatore di blues anni ’50 e ’60 e, da circa vent’anni, suona il basso nel gruppo Damn Right, I’ve Got The Blues. Per degustare le succulenti costine, vi proponiamo una canzone del gruppo: Hoochie Coochie Man, liberamente scaricabile da questo link

 

 

Per maggiori informazioni, leggi lo storify di Mondadori

Guarda! C'è dell'altro:

Share
Puoi lasciare un commento, o rispondere dal tuo sito.

2 commenti a “Costine all’inverno di Ken Follett”

  1. anna scrive:

    ciao….a me piace tantissimo Ken Follett …quindi è una ricetta che proverò sicuramente al piu’ presto.Grazie per tutti i suggerimenti….ottimi e speciali!!! Anna

Cosa ne pensi?

Powered by WordPress
Leggi anche:
vivaldi
Antonio Vivaldi e il riso ad ogni stagione

Il compositore veneziano, già sacerdote "sopra le righe", passò gran parte della sua vita come direttore d'orchestra al conservatorio della Pietà di Venezia. Il creatore delle "Quattro stagioni" era abbastanza schivo e le notizie sulla sua vita privata sono poche ma sappiamo che era un appassionato di piatti a base di riso.

Close