Posts Tagged ‘basilico’

Menù dei mondiali

menu_dei_mondiali

Ecco un menù semplice per accompagnare i mondiali 2014 subito entrati nel vivo. Sarà più gustoso tifare la nazionale con queste ricette che fanno dei prodotti nostrani la propria “bandiera”.

A proposito, tutti i piatti ricordano il tricolore e quindi in bocca al lupo all’Italia di mister Prandelli e buon appetito.

Clicca per leggere il menù

Share

Menù del sapore di mare

Sapore_di_mare

A 30 anni da “Sapore di mare” (1 e 2) i Vanzina hanno deciso di girare un nuovo capitolo della serie: ”Sapore di te”. Questa volta le vicende comico-amorose andranno a invadere i coloratissimi anni ottanta tra paninari, truzzi e matusa, ovvero i genitori nostalgici degli anni ’60. Il film uscirà nelle sale agli inizi del 2014 ma siamo sicuri che non potrà mai superare delle massime come: “Pizza fredda e birra calda. Tutto il contrario, come nella vita”.
E a tal proposito, ecco il nostro menù, senza pizza e birra ma con i veri sapori di mare.

Clicca per leggere il menù

Share

Un duello a colpi di aglio, menta e basilico

Aglio, menta e basilico

Aglio, menta e basilico non sono solo degli ingredienti, non sono solo tre odori della cucina mediterranea ma sono anche una trattoria. Nello specifico si tratta di una temporary trattoria… che ha chiuso in bellezza ieri sera ma che ogni giovedì, da tre mesi a questa parte, ha visto cimentarsi in un “duello” due chef: Berna e Petra.
All’interno del centro sociale TPO di Bologna – laboratorio di arte e cultura sotto le due torri - la sperimentazione ha preso vita anche ai fornelli. La cucina è stato il luogo di ricerca per piatti di tradizione locale ma con uno sguardo sul mondo. Utilizzando materie prime a Km 0 e a filiera corta, gusto ed economicità si è voluto dare risalto ai produttori locali, alle piccole aziende vitivinicole, fattorie e caseifici delle zone circostanti.
Clicca per leggere tutto

Share

Menù del pirata

Menù del pirata

Il pirata è quella figura che solitamente associamo all’uomo libero dalle costrizioni, avventuriero e ribelle. In parte è vero ma, stando al Capitano inglese Charles Johnson (autore misterioso del libro Storia generale dei pirati del 1724), sulla nave esistevano delle regole ferree per poter vivere e godere della propria porzione di provviste e liquore.

Tutti i pirati dovevano darsi da fare per mandare avanti la vita di bordo, cucina inclusa. Il cibo era costituito da legumi, patate, pesce fresco, spezie ed erbette essiccate. E se non ne avevano a disposizione? Che domande… razziavano il carico di qualche galeone.
Clicca per leggere il menù

Share
Powered by WordPress