SnapFood, guida gourmet incentrata sul piatto

spaghetti_alla_carbonara

Una guida gastronomica tascabile, tutta incentrata sull’esperienza diretta dei suoi utenti, che ha come protagonista il photo-sharing delle pietanze e non dei noiosi articoli sui locali. È questa l’idea alla base di SnapFood, un’app che non si limita a segnalare dove andare a mangiare ma ti aiutare a decidere “cosa” mangiare.

La giovane web agency italiana che ha creato SnapFood ha pensato di svelare a tutti dove poter assaggiare la carbonara migliore di Roma, la pizza più buona di Napoli o ancora il vero risotto alla milanese. E’ possibile inoltre sbirciare la vetrina fotografica con i piatti già provati da altri: utilissima preview che eviterà brutte sorprese al ristorante.
Quanto ai numeri, il 30% dei giovani tra i 18 e i 24 pratica il foodporn, ossia carica la foto del piatto che ha appena mangiato su facebook e su instagram. Una tendenza che coinvolge anche le fasce più adulte con percentuali in crescita.

L’applicazione social consente di filtrare le ricerche per pietanza, tipo di cucina, prezzo o luogo. L’immancabile servizio di localizzazione viene utilizzato per fornire risultati in base alla posizione esatta dell’utente “affamato”.

Guarda! C'è dell'altro:

Share
Puoi lasciare un commento, o rispondere dal tuo sito.

Cosa ne pensi?

Powered by WordPress
Leggi anche:
Menù per orchestra
Menù per orchestra: l’incontro tra cibo e musica

“Menù per orchestra” è un volume – pubblicato dall’editore svizzero Armando Dadò e distribuito in Italia da Hoepli – che riesce a svelare pienamente le analogie che intercorrono tra cibo e melodia o, meglio, tra chef e musicista. La musicologa Anna Ciocca-Rossi, l’esperta di storia della gastronomia Marta Lenzi Repetto e il giornalista Giacomo Newlin hanno elaborato un’opera colma di illustrazioni, curiosità e aneddoti sull’espansione e sul cambiamento della musica a tavola. La tradizione di accostare la melodia ai banchetti risale agli Egizi, per essere recuperata da Greci e Romani, potenziarsi dal Quattrocento e giungere ai giorni nostri. Si scopre inoltre che...

Close