#Sanremo2015: in Casa Sanremo-Lancome una lounge dedicata al cibo

dd7a4906

Casa Sanremo, l’hospitality del Festival della Canzone Italiana firmata dal Consorzio Gruppo Eventi e nata da un idea di Vincenzo Russolillo e Mauro Marino, per l’ottavo anno consecutivo, ritorna al Palafiori dall’8 al 14 febbraio.
Casa Sanremo non è solo il posto ideale in cui artisti, musicisti, giornalisti ed addetti ai lavori del mondo dello spettacolo trovano il giusto ambiente per parlare del Festival, ma anche un luogo dove nascono naturalmente Jam session e show case, dove l’ospitalità si respira nell’aria e il buon cibo ed il buon bere la fanno da padroni.

Cooking show, una lounge firmata Basilicata e il Festival del Gelato Mediterraneo

In una casa non può mancare la buona cucina e quella di Casa Sanremo-Lancome mette insieme le eccellenze enogastronomiche del territorio, selezionate da Fofò Ferriere di Dispensa Italiana, con la indiscussa professionalità di importanti marchi e prodotti italiani. Anche quest’anno inoltre, in esclusiva per Casa Sanremo, si ripeterà l’appuntamento italiano del Bocuse d’or diretto dal giornalista enogastronomico Luigi Cremona e con interessanti cooking show.

La lounge, raffinato luogo d’incontro posta all’ultimo piano del Palafiori, quest’anno è dedicata alla Basilicata ma accoglierà gli ospiti con i prodotti e le eccellenze della Campania, Calabria, Puglia, Abruzzo, Sicilia, Lazio, Cremona. Insomma, il cibo come icona identitaria di un territorio.

Casa Sanremo Lancôme è stata scelta per la presentazione in anteprima del Festival Mediterraneo del Gelato.

Libri e cucina. “La ricetta del Sindaco”, il giornalista Massimiliano Cavaleri presenta un volume che, attaverso la tradizione gastronomica, racconta la provincia di Messina, ricca di borghi considerati tra i più belli d’Italia. La prefazione è di Maria Grazia Cucinotta.

Guarda! C'è dell'altro:

Share
Puoi lasciare un commento, o rispondere dal tuo sito.

Cosa ne pensi?

Powered by WordPress
Leggi anche:
rumore e cibo
Il rumore e il suo impatto sulla percezione del cibo e delle bevande

I ristoranti stanno diventando più rumorosi. Questo, almeno, è ciò che i critici gastronomici ci dicono e quanto evidenziato da un articolo pubblicato su Flavour. Secondo alcuni critici, altro non è che una scelta di diversi chef influenti di far ascoltare in sala la stessa musica che loro amano ascoltare in cucina. Altri vedono un ulteriore motivo collegato al tentativo dei ristoratori di incrementare i profitti. Come ad esempio all’Hard Rock Cafè, i cui fondatori si resero conto che mettendo musica ad alto volume e molto ritmata, i clienti abituali parlavano meno, consumavano di più e se ne andavano in fretta,...

Close