I forni a legna: un lusso che pochi si possono premettere

forno-a-legna-da-giardino_NG3

I primi forni furono costruiti dagli Egizi ed erano a doppia camera: in quella sottostante si accendeva il fuoco, mentre in quella superiore si cucinavano i cibi. I Greci e i Romani utilizzarono invece la camera unica, con il fuoco in un angolo e il cibo che cuoceva a fianco. I forni a legna oggi funzionano nello stesso modo. Sono costituiti da una base e da una cupola a volta in mattoni refrattari, da una bocca con sportello e da una serie di accessori che variano in base ai modelli Fondamentale è la presenza di un termometro per controllare la temperatura in camera.
I forni a legna sono usati quasi esclusivamente nelle pizzerie e in qualche panificio. In casa sono poco diffusi. Le difficoltà di gestione, manutenzione e approvvigionamento della legna, i costi elevati di costruzione e il rischio di incendi ne scoraggiano l’uso.

Guarda! C'è dell'altro:

Share
Puoi lasciare un commento, o rispondere dal tuo sito.

Cosa ne pensi?

Powered by WordPress
Leggi anche:
pyrex-1
Non solo pirex

In cucina si utilizza soprattutto il pirex: molto adatto per la fabbricazione di recipienti di cottura come pirofile o cocotte, resiste alle alte temperature ma non sopporta gli sbalzi. Per ovviare a questo inconveniente si può utilizzare il piroflam, di colore bianco. Entrambi i materiali sono perfetti per le cotture in microonde.

Close